Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival
Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival
Emilia Romagna Festival
Programma
Calendario
Emilia Romagna Festival
 
 
 
 
 
Home Email
 
 

Mordano   Due torri fanno ala all'ingresso dell'antico nucleo fortificato. Le torri furono costruite sul finire dell'Ottocento in sostituzione dell'antica porta su progetto dell'ing. Giovanni Brusi, il quale si ispirò alle torri dell'Arsenale di Venezia. Come era di moda in quell'epoca, la costruzione presenta forti richiami medievaleggianti ed è piena di merli.
L'organizzazione del territorio, nel Comune di Mordano, si è conservata nei secoli. I romani, al loro insediamento, oltre ventidue secoli fa, eseguirono opere di bonifica, livellazione del terreno e regimentazione delle acque con la costruzione di strade e fossi secondo la trama centuriale.
Trattasi di un reticolo ortogonale (decumano intersecato dal cardo) di limites di circa 715 metri di lato. I limites erano linee funzionali e catastali di delemitazione che conferiscono al paesaggio un aspetto di ordine geometrico. In Emilia-Romagna il decumano di riferimento è sempre la Via Emilia, il cardo nell'agro imolese è rappresentato dalla Via Selice.
Nelle campagne mordanesi è ancora ben visibile la maglia della centuriazione delimitata dalle strade, fossi e canali di scolo. Il Comune di Mordano coincide pressochè con sei strisce di maglia nel senso dei decumani sette nel senso dei cardini, l'ultima è interrotta ad oriente dal fiume Santerno, il cui tracciato attuale è posteriore al periodo romano. In complesso quarantadue maglie centuriali che conferiscono a questo territorio un assetto distintamente modulare.
RIGA
Monastero di San Francesco   Venerdì 3 agosto. Monastero di San Francesco. Sotto l’edificio attuale esistono i resti di un antico convento, primo centro di culto cristiano della zona, costruito con tutta probabilità prima del Mille dai monaci benedettini. Il convento, intitolato a Sant'Anastasio, fu menzionato per la prima volta in una bolla di Papa Eugenio III nel 1145. Successivamente abbandonato dai benedettini, forse in séguito ad un’alluvione del fiume Santerno, che scorre presso il centro abitato, l’edificio cadde in disuso. Nel 1478 fu però recuperato dai francescani, i quali lo ristrutturarono senza farne un vero e proprio convento. Oggi il complesso è di proprietà della Curia di Imola.
RIGA
 
Archivio Press Info


  Appuntamenti  
 
venerdì 3 agosto ore 21.15
Chiostro del Monastero di San Francesco
Primo Premio!
ARIEL QUARTET
Vincitore del Fischoff Chamber Music Competition 2006 - South Bend, USA
Haydn, Brahms
 
 
Emilia Romagna Festival
Imola
 
Via Appia 92/B - 40026 Imola (BO) - Tel +39.0542.25747 - Fax +39.0542.612972 - info@emiliaromagnafestival.org