Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival
Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival Emilia Romagna Festival
Emilia Romagna Festival
Programma
Calendario
Emilia Romagna Festival
 
 
 
 
 
Home Email
 
 

Cotignola  

È nel Medioevo che Cotignola visse i suoi fasti. Nel suo territorio ebbero il loro castello i conti di Cunio, che legarono il loro nome soprattutto alla frazione di Barbiano, località da loro fortificata e nella quale si trasferirono dopo la distruzione del castello. Da questa stirpe ebbe origine il celebre condottiero Alberico da Barbiano. “La prerogativa che contraddistingue Cotignola da città anche più grandi ed importanti – spiega lo storico locale Alfredo Toschi – è quella di aver dato origine ad una delle casate princpesche più note e potenti del Rinascimento: gli Sforza. Il loro capostipite, Muzio Attendolo detto Sforza, scelta la vita militare, partì da Cotignola fino a divenire un celebre capitano di ventura. Sulla sua scia il figlio Francesco divenne duca di Milano, importantissimo ducato che la dinastia sforzesca governò per oltre un secolo.
A Cotignola è venerato da oltre 500 anni il beato Antonio Bonfadini, in paese chiamato affettuosamente “il santo”, il cui corpo riposa nella chiesa di San Francesco. I tempi moderni hanno visto Cotignola risorgere dalla terribile distruzione della guerra e diventare un polo attrattivo per rilevanti attività produttive specializzate in svariati settori: agroindustria, metallurgia, chimica, meccanica di precisione e sanità, per citarne alcuni. Tra i molti artisti cotignolesi che si sono distinti nel Novecento, l'esponente più in vista è stato il celebre pittore Luigi Varoli, il cui valore è ancor oggi in continua ascesa. La città vanta la Medaglia d’argento al valore civile per l’impegno dei cotignolesi, Vittorio Zanzi su tutti, nel salvare 44 famiglie di ebrei dalla violenza della Seconda guerra mondiale.

RIGA
Teatro Binario  

Martedì 4 settembre.  Nel nuovissimo ed appena inaugurato Teatro Binario, una volta deposito della stazione ferroviaria da tempo in disuso, avrà luogo l’ultima tappa del progetto Rossiniana, che nel corso di quattro serate ci porta alla riscoperta dei luoghi e della musica di Rossini in due periodi particolari e più “segreti” della sua esistenza: la primissima gioventù (Rossini fu genio precoce) e la vecchiaia. Nato a Pesaro, Rossini è però strettamente legato alla Romagna ed in particolare alla Provincia di Ravenna, da cui proveniva il padre, fervente sostenitore della Rivoluzione francese, trombettista originario di Lugo, suonava per professione nella banda cittadina e nelle orchestre locali che appoggiavano le truppe francesi d'occupazione.

RIGA
 
Archivio Press Info


  Appuntamenti  
 
PROGETTO ROSSINIANA
martedì 4 settembre ore 21.15
Teatro Binario
Vocalità in “camera”
Paola Cigna soprano
DANIELA PINI mezzosoprano
FRANCESCO FRUDUA pianoforte
 
 
Emilia Romagna Festival
 
Via Appia 92/B - 40026 Imola (BO) - Tel +39.0542.25747 - Fax +39.0542.612972 - info@emiliaromagnafestival.org